mercoledì, maggio 03, 2006

Il cuore degli zingari


Trovata per caso nei miei vagabondaggi in rete. È poesia allo stato puro. Per farvi compagnia questa sera.
Un saluto a tutti

Gala

Gli zingari
Chiozzo/Cour/Giraud
Zingaro chi sei
Figlio di Bohemia
Dimmi tu perchè
Sei venuto qui
Quando mi stancai
Dell'Andalusia
E tu vecchio dimmi come fu
La mia terra ormai non esiste più
I cavalli son stanchi nell'umida sera
Ma la folta criniera
Sembra il vento invocar
Stan gli zingari attorno alle fiamme splendenti
Destan ombre giganti
Nel chiarore lunar
Palpita allor la canzon più bizzarra
Nasce nel cuor quel vibrar di chitarra
Questo è il canto di chi non conosce frontiera
E l'ardente preghiera del gitano che và
Dimmi deve vai
Tornero in Bohemia
Me ne andro lontan
Per mai più tornar
E tu dove vai
Nell'Andalusia
E tu perchè piangi cosi
Io son vecchio ormai e rimango qui
O gitano perchè non rimani stasera
Per la nuova avventura puoi domani partir
Resta ancora a cantar nella notte stellata
Finchè l'alba spietata
Faccia il sogno svanir
Canta che un di il gran re di Cuccagna
Ti regalò un castello in lspagna
Questo è il canto di chi non conosce frontiera
E l'ardente preghiera
Del gitano che và.

Nessun commento: