Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2007

Scegliere un nome

Immagine
Ieri, in una discussione con alcune mie amiche, ci siamo messe a riflettere sul significato dei nomi e sulle loro origini. Mi è venuto in mente che mai ho raccontato su queste pagine il perchè del mio nick e ho quindi deciso di rimediare. Gala è la contrazione del nome Galatea, personaggio che appartiene alla mitologia greca.
Galatea è una delle cinquanta ninfe del mare, le Nereidi, figlie di Nereo e di Dòride, la cui abituale residenza è in fondo all'oceano, con il padre e che hanno il compito di assistere i marinai.
Omero ne fa cenno nell'Iliade (libro XVIII), ma il mito del suo amore per Aci (o Acis) è posteriore e costituisce uno temi preferiti della poesia bucolica dei poeti greci in Sicilia.
Il mito narra che Galatea fosse innamorata di Aci, un giovane bellissimo, e che il ciclope Polifemo, invidioso del giovane e a sua volta innamorato della ninfa, un giorno avesse cercato di attirarla con il suono del suo flauto (simbolo di lussuria).
Non essendo riuscito nel suo intento,…

La neve e il 20 marzo

Piove, ancora, sulla pietra e sul cemento. Appoggiata ad una panchina del nostro chiostro guardo la pioggia cadere fitta. Mi alzo piano e allungo la mano verso quelle gocce. Chissà perchè, ma non mi ricordavo che fossero così fredde...non mi sembravano così quando le bevevo dalla tua pelle di muschio e sale.
Avanzo piano, non potendo fare altro, nella polvere dell'acqua e mi fermo in pieno vento. Ora qualcuno saprebbe dirmi di chi sono queste lacrime?
Poi, di colpo, vedo un fiocco bianco e cristallino poggiarsi sulla mia mano abbandonata e la neve, in un istante, viene al posto della pioggia. Adoro la neve perchè mi mette addosso una gioia di bambina, un odore di Natale e di cacao. -Dici anche tu, amica mia, che forse è ora di sorridere?- Guardo silenziosa la neve che contunua a scendere, pacifica e bellissima.


Saturno Contro

Buon lunedì a tutti!
Tornata dal mio letargo tecnologico del weekend ho deciso di parlarvi della mia ultima esperienza cinematografica: Saturno Contro (di Ferzan Ozpetek).
Sono andata al cinema piena di belle speranze, ma all'uscita ero meno contenta del previsto.
Il film è gradevole, con un cast di attori veramente eccezionale. Sono rimasta piacevolmente colpita dalla recitazione di Luca Argentero e di Ambra Angiolini, hanno dimostrato che anche dietro le ragazze prodigio e i belli del Gf ci può stare la qualità.
In realtà è proprio Ferzan che non mi ha convinto. Ho imparato a conoscerlo ed amarlo con Le fate ignoranti, uno dei film che amo di più in assoluto. Un urlo nero e perfetto nell'accecante bianco sporco dell'ipocrisia.
Diverso è lo spirito del nuovo film. Guardandolo mi è sembrato che il regista abbia voluto spostarsi dalla periferia al centro, spostarsi dalla vita al margine per entrare nel mondo borghese.
Forse Ozpetek ci voleva mostrare i suoi personaggi cre…