venerdì, luglio 23, 2010

Essere un blogger


"Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo"

(da Gli amici di Voltaire)



venerdì, luglio 16, 2010

La nostalgia

La nostalgia è rendersi conto che le cose non erano insopportabili come sembravano allora. (Legge di Grimes)


Basta, da domani si ritorna qui... la nostalgia di ciò che questo posto rappresentava è andata via, ma tutto il resto ancora no...

mercoledì, giugno 23, 2010

giovedì, marzo 18, 2010

A volte ritornano

Non chiedetemi perchè dopo quasi un anno sono tornata qui , a scrivere.
Non c'è un motivo preciso o una ragione particolare, ma oggi, dopo tanto tempo, ho capito una cosa.
E' circa un anno/anno e mezzo che frequento meno assiduamente questi lidi: un anno e mezzo fa ho deciso di chiudere un vecchio sogno in un cassetto e provare a fare qualcosa di diverso della mia vita.

Fare la giornalista era il mio sogno dei 18 anni... scrivere di cose vere e utili, raccontare il mondo con occhi nuovi e, perchè no, cambiare qualcosa in questo paese immobile e sempre uguale.

Avevo speranza, coraggio, voglia di fare.

I 18 anni sono passati purtroppo e le cose, senza che me ne accorgessi, sono cambiate. Non che lo volessi, ma a volte la sabbia scivola semplicemente dalle mani.

Nel periodo dell'incertezza non riuscivo a capire se questo paese immobile e pauroso non sapesse generare un giornalismo degno di tale nome o se, più semplicemente, non ci meritavamo nulla . A volte noi italiani sembriamo solo bravi a non guardare la realtà in faccia, cresciuti all'ombra di un'informazione malata e autoreferenziale.

Quando ho smesso di farmi domande ho compreso che era giunta l'ora di migrare in nuovi spazi: oggi faccio un lavoro diverso, ma che amo. Un lavoro fatto di parole, ma anche di fatti.

Non è un addio a questo blog questa piccola lettera: è in realtà un ritorno.

Oggi posso tornare perchè di quel vecchio sogno in un cassetto non ho più così nostalgia, amo di più quello nuovo.

Non ho idea se qualcuno ancora mi segua e chi incontrerò in questa nuova strada, ma dopo aver "ricominciato da me" è tempo di "ricominciare da qui".

Gala

giovedì, aprile 30, 2009

La malinconia

La malinconia, sempre inseparabile dal sentimento del bello. (Charles Baudelaire)

Oggi non posso essere altro che malinconica, di un passato che abbandono per un futuro incerto.
Non posso tornare indietro, di questo sono sempre stata anche troppo consapevole.
Devo risistemare il mio cuore e poi, forse, tornerò anche in questa mia piccola casa a fare rumore.
Ma non oggi.
Un saluto a tutti quelli che navigano a vista nella vita, come me.

Gala

mercoledì, marzo 04, 2009

C'è pioggia a Milano...

Anche se nessuno passa più in questi lidi, per farvi sapere che ci sono ancora (anche se dispersa in una vita che ha più compiti che ore), vi lascio un regalo... sperando di ritravarvi sulla strada un giorno...

A heart that's full up like a landfill
A job that slowly kills you
Bruises that won't heal

You look so tired and unhappy
Bring down the government
They don't, they don't speak for us
I'll take a quiet life
A handshake of carbon monoxide

No alarms and no surprises
No alarms and no surprises
No alarms and no surprises
Silent, silent

This is my final fit, my final bellyache with

No alarms and no surprises
No alarms and no surprises
No alarms and no surprises please

Such a pretty house, such a pretty garden

No alarms and no surprises (let me out of here)
No alarms and no surprises (let me out of here)
No alarms and no surprises please (let me out of here)

(Radiohead - Non Surprises)

mercoledì, dicembre 10, 2008

Dopo mesi...

Mi scuso con i miei lettori, per non aver dato notizie di me per così tanto tempo. A causa di alcune circostanze questo blog sospende le sue pubblicazioni. Nel 2009 dovrei riuscire a sistemare tutto e a ripartire.
Intanto auguro a tutti quelli che passerrano di qui delle bellissime feste e un buon 2009.

A presto (spero)
Gala

giovedì, giugno 26, 2008

Comunicazione di servizio

Mi scuso per l'assenza, ma la tecnologia lavora contro di me. Appena i miei problemi di connessione si saranno risolti tornerò tra voi. Intanto vi lascio un saluto, con la speranza di non trovarvi sciolti dal caldo a mio ritorno ^_^!

A presto

Gala

giovedì, giugno 12, 2008

Ritorno al passato (o futuro?)

Buonasera a tutti! Scusate l’assenza, ma al lavoro siamo in un momento critico.

E poi, ammetto, in questo periodo mi sono dedicata a una mia, mai sopita, passione musicale. Da ben due giorni guardo (e quando posso ri-guardo) il dvd “Storytellers”, dove è stato registrato per i posteri (e non solo) il concerto della reunion dei Bluvertigo.



Era il ’98 e io, invece di amare la “seria” musica pop, scoprii “Metallo e non metallo” (che è del '97 per la precisione) e iniziai ad ascoltare i Bluvertigo. Ho poi continuato a seguire Morgan nella sua carriera da solista, dopo il “congelamento” del gruppo, ma ammetto che la loro reunion, dopo sette anni, mi rende contenta e stranamente riflessiva.

I Bluvertigo appartengono a un periodo della mia vita piuttosto particolare e, rivederli su quel palco, mi dà in modo curiosamente trasversale il senso del tempo che è passato, della strada che ho percorso, delle cose che ho lasciato e di quelle che sono ancora con me. E io, a quella ragazzina con la testa piena di sogni che neppure ricordo, voglio bene: è a lei che mi ha insegnato molte delle cose che so e che fanno parte di me.

Ora, dopo questa immersione nella vita anni ’90, torno ad ascoltare Morgan che sbaglia le parole de “La crisi” (ma che importa, sono tornati!).





p.s.: io vi lascio il loro MySpace , se volete buttarci un occhio ^__-


On air: Bluvertigo – I still love you

lunedì, giugno 02, 2008

60 anni non sono pochi

Anche se la giornata sta per finire, oggi è ancora il 2 giugno. Oggi è quindi un buon giorno per rispolverare uno dei capitoli del mio vecchio libro di "Educazione civica" (esisterà ancora questa materia?). A leggere queste parole c'è da pensare che questo paese sia meraviglioso... chissà dove ci siamo persi....

__________________________________________________________


Art. 1.

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2.

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4.

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Art. 5.

La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.

Art. 6.

La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Art. 7.

Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.

I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.

Art. 8.

Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.

Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

Art. 9.

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Art. 10.

L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.

La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali.

Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge.

Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici.

Art. 11.

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Art. 12

La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

domenica, maggio 25, 2008

Senza titolo

In questi giorni, passati tra scritture e incontri culturali, mi sono soffermata a riflettere e… ho scritto queste parole. Non saprei dare loro un titolo: sono nate senza un motivo apparente. Non mi somigliano molto, o comunque non somigliano a ciò che sono ora. Comunque mi dispiaceva lasciarle tutte sole sulle mia agenda, quindi le porto qui, per chi le vuole prendere.

E, se per voi hanno un titolo, ditelo.

____________________________________________________

“Non credere che il mio amore sia immortale o che nulla possa ucciderlo. Solo i sognatori pensano che il loro cuore, una volta rotto, possa ancora cantare. I cocci non hanno né bocca e né occhi, sono solo lì a ricordare che c’è stato un tempo dove tutto sembrava galleggiare sulle nuvole e, la sottile differenza fra il bello e l’imperfetto, correva su una lama lavorata con cura, di giorno in giorno.

Non credere che la mia anima possa comprendere ogni tua domanda, anche quelle che non dici. Io non sono musica e non so nutrirmi di silenzi e di pause, tramutarli in pensiero ed emozione. Io ho bisogno di parole e di voci, perché non ho la forza di spezzare il muro che abita da sempre i tuoi occhi di tenebra.

Non credere che io non sia capace di odiare e di bruciare, di voltare le spalle a te e al fiele amaro dei tuoi dubbi. Ho infranto troppe volte la forza del mio animo per poter sopravvivere ad un altro tuo pugnale. Tra il tuo cuore nero e la mia salvezza saprò cosa scegliere. Sempre.

Solo un’ultima cosa ti devo dire: non credere a nulla di quello che ti ho detto, amore mio. Sappi solo che ho voluto, per un innocente istante, pensare di essere capace di lasciati tramontare. E chissà, forse, se lo avessi voluto davvero, il mare avrebbe soffocato il tuo ricordo e il tuo profumo.”

Non mi ricordo più il sapore della libertà.

domenica, maggio 18, 2008

Musica mantova Festival


Oggi pubblicizzo un’interessante iniziativa della mia provincia: a Mantova, dal 21 al 25 maggio ci sarà il Musica Mantova Festival . Una cinque giorni all’insegna della musica completamente gratis!!
C’è moltissimo jazz e musica di qualità, unite a conferenze, incontri ecc. Per qualsiasi informazione potete consultare il sito, c’è tutto il programma.

Io, con tutta probabilità, farò la volontaria nel weekend (sempre che riesca a sopravvivere alla settimana lavorativa da incubo che mi aspetta!). Quindi, se siete in zona e non sapete cosa fare… beh, pensateci!


Buona settimana ^_^

domenica, maggio 11, 2008

A volte ritornano

Dopo secoli di assenza torno! Scusami!
Poichè, una promessa è una promessa, e mi accingo quindi a fare un meme che Zefirina mi aveva proposto.
Dato che è passato veramente troppo tempo ho deciso di fare qualche cambiamento: non nominerò nessuno, ma se qualcuno vuole farlo io certo non lo vieto!
Bisogna dire 6 cose che ci piacciono, ma dato che non amo i numeri pari, ne dirò 5.


Mi piace la pioggia estiva, perché è morbida, calda e sembra quasi via. Adoro restare sotto questa pioggia, mi mette in sintonia con il resto del mondo.

Mi piace cucinare, quando capita. Soprattutto quando da 2 ingredienti (in un frigorifero studentesco non ve ne sono mai molti di più ^_-) si vuole tentare la coraggiosa impresa di creare un pasto luculliano per 10 persone ^_________^.

Mi piace la musica, di ogni genere e forma. Nel mio i-pod vado dal metal ai Roxette… e quando ci penso capisco di avere gusti leggermente strani.

Mi piace il silenzio, perché con il tempo ho imparato che spesso vale più di mille parole.

Mi piace scrivere “per diletto”, anche se con i miei impegni non lo faccio spesso. Mi ha sempre affascinato il fatto di poter creare, con le parole, un qualcosa di vivo, che prima non esisteva.


Ora che ho svolto il mio dovere vi lascio, giuro che torno presto questa volta!

Buona settimana a tutti!

martedì, aprile 22, 2008

Il respiro della Terra

Oggi è il giorno dedicato al nostro pianeta. Potrei parlare delle tante cose che potremmo fare (anzi, dobbiamo fare) per dare un poco di respiro a questo nostro mondo così affaticato, così segnato dalla nostra incapacità di amare e rispettare.

Oggi, però, voglio solamente ringraziare la nostra Terra, che merita la nostra ammirazione per essere, nonostante tutto, splendida e viva.

Una vita che abbiamo l’obbligo di mantenere accesa a tutti i costi. E poi, come si può voler distruggere una cosa così…




"Il cielo è una sfera infinita il cui centro è ovunque e la circonferenza in nessun posto." (Blaise Pascal)


p.s: Zefirina non mi sono dimenticata il meme, ho solo bisogno di un po’ di tranquillità per farlo, ma arriverà, lo giuro!!

p.s (2): l’immagine è tratta da http://cristiancontini.blogspot.com… cosa non si trova bighellonando con l’adsl quando si è al lavoro ^____-)

giovedì, aprile 03, 2008

Pubblicità progesso

In questo periodo la tv è piena di talent-show. L’ultimo, in ordine di tempo, è X-Factor: chi vincerà il programma vincerà un contratto musicale. Cosa bisogna avere per poter vincere? Ovviamente il famigerato “fattore x”. Oggi voglio fare un po’ di pubblicità a un gruppo che, a pare mio, il “fattore x” lo ha: i Pornoelettrika .
Sono bravi e hanno appena pubblicato un cd dal titolo “In 4”. Se avete voglia di andare a fare un giro sul loro Myspace (http://www.myspace.com/pornoelettrika, lo ribadisco per sicurezza) potrebbero piacere anche a voi…

martedì, marzo 25, 2008

A.A.A. Vendesi casa, lavoro, abiti e amici

Leggendo i giornali on-line, la scorsa settimana, ho trovato una notizia interessante: un uomo australiano, lasciato dalla donna che amava, ha deciso di vendere la sua vita su E-bay.

E quando dico la sua vita intendo la sua intera vita, compresi gli amici, il lavoro, la casa… tutto quello che fa parte dell’umano vivere. Quindi, quando quest’uomo partirà, dietro di lui si stenderà la famosa e fantomatica “terra bruciata”.

Decidendo di rifarsi un’esistenza altrove, ha ben pensato di partire leggero per il viaggio… buttando tutto quando fuori dalla finestra!!!

La stravagante asta si aprirà il 22 giugno e durerà sette giorni. Per promuovere al meglio la vendita, l’uomo ha preparato anche un sito apposito diviso per sezioni; in una di queste l’uomo racconta i motivi di questa curiosa scelta.

Credo che tutti, almeno una volta, abbiamo pensato: “adesso mollo tutto e me ne vado” (la vita sa essere veramente disgraziata certe volte), ma tra pensare una frase del genere e realizzarla c’è di mezzo un oceano.

Voi avreste la forza (o la follia, o l’intelligenza… chissà) di lasciavi tutto alle spalle? Di non tornare mai indietro? Io temo che, se facessi una cosa del genere, più che una possibilità di ricostruire me stessa, finirei per perdere ogni cosa di me.

Se però avete bisogno di una vita di riserva potete sempre provare ad andare su e-bay, se ho ben capito la base di partenza era un dollaro ^_________-!!!

domenica, marzo 09, 2008

Per le donne

Eccomi di ritorno dalla nebbia della Bassa… non che la mia situazione sia cambiata molto, prima stavo facendo uno stage, ora faccio un lavoro sottopagato… speriamo in tempi migliori!!!! Comunque, oggi voglio dedicare un post ad una meravigliosa iniziativa che Daniela (http://odelance.blogspot.com) mi ha recentemente segnalato.

Il sito on-line della ricerca contro il cancro al seno è in difficoltà per mancanza di accessi, è necessario che venga raggiunto un certo numero di accessi per convincere gli sponsor a finanziare una donazione, che permetta di fornire una mammografia gratis per donne che non se la possono permettere. Ci vuole meno di un minuto per andare sul sito e cliccare sul bottone "donating a mammogram" SENZA NESSUNA SPESA. (E' il bottone rosa in centro alla pagina).

Non costa nulla. Gli sponsor che sostengono il sito usano il numero di accessi giornalieri per donare una mammografia in cambio della pubblicita'. Questa bella iniziativa è un modo per ricordarci che le donne vanno aiutate e festeggiate tutti i giorni dell'anno (e non solo ieri!!)

giovedì, febbraio 28, 2008

Nebbia

Mi scuso per la mia assenza, ma sono giorni strani questi. Sembra che la nebbia che aleggia da queste parti abbia inghiottito pure me, la mia strada non è ben chiara. In un modo o nell’altro si decide parte del mio futuro la settimana prossima, chissà! Magari vi parlerò da vincitrice.

Intanto, a farvi compagnia, vi lascio la mia canzone del momento: mi gira in testa senza sosta e senza motivo apparente, è la canzone del The Used che amo di più del loro ultimo cd...

Earthquake


She had an earthquake on her mind
I almost heard her cry out as I left her far behind
I knew the world was crashing down around her
I sink now to the ocean floor
Cause I know we are more but I've made this mess
I've built this fire, are you still mine?

Cause baby I'm not all right when you go
I'm not fine, Please be all mine
I never want you to go because I am all yours so please be all mine.

She had an earthquake on her mind
apparently the kind that would bury us alive
by putting all this weight on us forever
I lie here on the ocean floor
Broken castle by the shore and I made this mess
I built this fire, are you still mine?

Cause baby I'm not all right when you go
I'm not fine, Please be all mine
I never want you to go because I am all yours so please be all mine.

Let me save us
I've slaughtered us, I've murdered our love
I can taste it, this blood in my mouth
This knife in my lungs
Have I murdered our love?
Have I murdered our love?

Cause baby I'm not all right when you go
I'm not fine, Please be all mine
I never want you to go because I am all yours so please be all mine.

Cause baby I'm not all right when you
Cause baby I'm not all right when you go
I'm not fine, Please be all mine
I never want you to go because I am all yours so please be all mine.

Please be all mine

venerdì, febbraio 15, 2008

L'umana stupidità

Ieri ho letto questa notizia sul Tgcom:

Un video ha incastrato quattro vice sceriffi di Tampa in Florida che gettarono a terra dalla carrozzina un disabile quadriplegico per perquisirlo. I quattro agenti sono stati sospesi dal servizio. Brian Sterner, paralizzato dal 1994 in seguito a un incidente d'auto, si trovava lo scorso gennaio nella stazione di polizia della contea di Hillsborough dove era stato portato dopo essere stato fermato per un'infrazione al traffico.
Nelle immagini si vede la poliziotta Charlette Marshall-Jones, sollevare da dietro la carrozzina per costringere Sterner ad alzarsi in piedi per firmare un foglio. L'uomo, completamente paralizzato dallo sterno in giù, cade a terra.


Mi è subito tornata alla mente una massima pronunciata da uno degli uomini più importanti del secolo scorso: Albert Einstein

“Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi”.

A volte non le vorrei proprio vedere certe conferme…



martedì, gennaio 29, 2008

Il mistero dell'italiano


In questo periodo di ricerca e di studio (“Come imparare a usare photoshop” ecc.) ho avuto il piacere di leggere un libro interessante: L’italiano di Beppe Severgnini.

In queste pagine, in maniera spiritosa, si parla di quei vizi capaci di rendere la nostra lingua un campo di battaglia.

Severgnini prova anche a darci dei consigli e ci dimostra, allo stesso tempo, come sia ancora possibile scrivere in italiano senza, per questo, esprimersi come nell’ottocento.

Si parla di punteggiatura, aggettivi, congiuntivi e modi d’essere degli italiani.

In fondo si può comprendere chi siamo da come ci esprimiamo; le nostre parole sono il nostro biglietto da visita per il mondo.

Credo sia giunta l’ora di impegnarmi a migliorare: bandisco da oggi l’avverbio “assolutamente” dal mio vocabolario.

Tifate per me.

giovedì, gennaio 17, 2008

Meme del mese

Le promesse vanno mantenute e io lo faccio. Questo meme mi è stato passata da Anathea qualche tempo fa.
Bisogna sostanzialmente prendere, da questo sito , la spiegazione legata al proprio mese e dire (evidenziare nel testo) ciò che coincide con noi stessi.
Ecco qui il mio mese, marzo, un tempo di piogge che attende la primavera.



MARCH: Attractive personality. Sexy. Affectionate. Shy and reserved. Secretive. Naturally honest, generous and sympathetic. Loves peace and serenity. Sensitive to others. Loves to serve others. Easily angered. Trustworthy. Appreciative and returns kindness. Observant and assesses others. Revengeful. Loves to dream and fantasize. Loves traveling. Loves attention. Hasty decisions in choosing partners. Loves home decors. Musically talented (ma...c’è chi dice che non ho una brutta voce...). Loves special things. Moody.



A proposito... se avete voglia di dare visibilità ad un blog che se la merita, ma pochi conoscono, andate tutti qui!! Quintin ha bisogno di candidature!!!


mercoledì, gennaio 09, 2008

La mia prima nomination!!!!


Oh my god!! Sono stata nominata Anathea come Thinking Blogger!!! Che onore!!! Neppure io ho ben capito cosa vuol dire essere una blogstar...considerando il fatto che sono una disoccupata nessuno può rivalersi su di me, no???
Allora seguiamo le istruzioni di Gloria:

Le regole sono semplici:
-partecipare solo se si è nominati
-Lasciare un link al post originario (inglese)
-inserire nel post il logo thinking blog award
-indicare 5 blog che hanno la capacità di farti pensare.


Bene, ora scegliamo i cinque blog...in realtà vi metterei tutti, ma le regole sono regole -_____-


Abicetta
Francy
Net
Miss Dickinson
Daniela

Un bacio a tutti!!

martedì, dicembre 25, 2007

Buon natale

Passo per il blog per augurarvi un Natale pieno di tutta quella luce che questa festa merita, con la speranza che questa luce illumini tutti i giorni dell'anno.
Vi lascio, per farvi compagnia, una belle più belle e malinconiche poesie mai scritte per questa festa (la poesia è di Ungaretti).


Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade

Ho tanta
stanchezza
sulle spalle

Lasciatemi così
come una
cosa
posata
in un
angolo
e dimenticata

Qui
non si sente
altro
che il caldo buono

Sto
con le quattro
capriole
di fumo
del focolare

Napoli, il 26 dicembre 1916

martedì, dicembre 18, 2007

Nuoto e Gossip

Dopo una settimana d'assenza ritorno tra voi! E, per prima cosa, ringrazio tutti quanti per i messaggi che mi avete lasciato! Siete stati tutti gentilissimi e le vostre parole mi hanno portato bene...infatti è andato tutto benissimo e ora sono una dottoressa magistrale (che ho scoperto essere il titolo dei cinque anni).
Ora, dopo i dovuti ringraziamenti, mi lascio andare ad una brevissima riflessione.
Uno sport che adoro e che mi piace seguire è il nuoto, lo considero uno sport di grande sacrificio ed abnegazione. Uno sport che meriterebbe di essere valorizzato in questo paese con pochi valori sani.
Ma anche le cose migliori posso essere rovinate, no?? Un esempio sono proprio gli europei di nuoto che si sono svolti nei giorni scorsi.
Secondo voi, mi chiedo, è normale che al posto di parlare delle gare, dei progetti futuri, delle nuove competizioni, si parli di due nuotatori che si sono lasciati?? Ho visto un servizio su Raidue sport in cui, dopo una breve domanda, veniva chiesto a Magnini di raccontare le lite fra i due ex. Ma...parlare di sport (e solo di sport) è così difficile in Italia????

p.s.: Oggi non ho citato Tgcom, sarebbe statio sparare sulla croce rossa...

lunedì, dicembre 10, 2007

Domani

"You’ll feel better tomorrow
Come the morning light now baby"

Domani mi laureo...ed inizia la vita vera...

On Air: Don't cry - Guns’N'Roses

lunedì, dicembre 03, 2007

Per le donne

Oggi voglio dare un consiglio a tutti quelli che per sorte o per diletto passano in questi lidi.
Alice ha creato una magnifica iniziativa per cercare di fermare quel silenzio che troppo spesso avvolge la donna e la sua condizione in Italia.
Andate e sentite...


lunedì, novembre 26, 2007

Io e il mio I-tunes

Ogni tanto bisogna darsi al sano e dolce far niente, no?

Comunque con del tempo a mia disposizione, tra un invio di curriculum e l’altro, ho provato a fare uno di quei test che popolano internet e i blog in questi tempi. Ero curiosa di sapere che musica ama il mio I-tunes ^_^


SE LA TUA VITA FOSSE UN FILM, QUALE SAREBBE LA COLONNA SONORA?


1. Apri un media player
2. Metti su "Riproduzione casuale"
3. Fai partire la musica
4. Che il gioco inizi!

Opening Credits:
Sum 41- No reason (non so quanto sia un bene partire così…)


Waking Up:
Smathing Punpkins – Beatiful (grazie!)


First Day At School:
Soundgarden - Bleed Together


Falling In Love:
Audioslave -The curse (mah...)


Fight Song:
Genesis - The musical box


Breaking Up:
30 Seconds to Mars - Capricorn (A brand new name)

Life:
Spin Doctors – Have you ever seen the Rain (una canzone con un titolo migliore, no?)


Mental Breakdown:
Alice in Chains – Grid (non è la mia canzone preferita, ma loro sono un gruppo eccezionale)


Driving:
Linkin Park – Breaking the habit ...


Flashback:
Nirvana - Aneurysm (questa canzone qui mi convince poco…)


Wedding:
Metallica – Master of puppets (il mio I-tunes ha un gran senso dell’umorismo)

Birth of Child:
System of the down - Theta waves


Final Battle:
The Who - Smash the mirror
Death Scene:
Placebo – Nancy Boy (finalemente loro...)

Funeral Song:
Timmy Tomas – Why can’t We live Together (non ci credo...beh, la domanda è pertinente^_-)

End Credit:
Placebo – Pierrot the Clown

Credo di aver capito una cosa da tutto questo…il mio I-tunes ha palesemente evitato il gruppo di cui ho più canzoni. Non gli piacciono i Foo Fighters, questo è sicuro.

p.s.: Non sono certa che la canzone Why can’t We live Together (che io possiedo in quanto parte di una raccolta di pezzi jazz) sia cantata realmente da Timmy Tomas, per quello che so potrebbe essere solo l’autore.

On Air: Led Zeppelin - Stairway to heaven


lunedì, novembre 19, 2007

Fontana a Mantova

Sono ancora viva, anche se non ci credo. Oggi sono riuscita a consegnare la mia tesi e non riesco a dire come mi sento in questo istante. Le guerre particolarmente lunghe ti lasciano un vuoto quando finiscono...
Ora, lasciando perdere questi argomenti, passiamo ad altro.
La scorsa settimana, con qualche ora in più da dedicare alla mia vita, ho deciso di andare a visitare la mostra dedicata a Fontana al Castello di San Giorgio a Mantova.
La mostra è molto piccola, ma possiede due pregi notevoli: il biglietto permette di visitare la camera degli Sposi del Mantegna (che merita sempre), nella mostra sono presenti le ceramiche (/sculture) di Fontana.
Per anni la mia mente, quando pensavo a Fontana, si figurava la classica tela bianca tagliata. Ora, quando penso a Fontana, mi immagino un testa di medusa opalescente, capace di togliermi il respiro.
Adoro le mostre che mi fanno capire che le categorie e l'arte non sanno convivere. Mi fanno venir voglia di vedere qualcosa di nuovo.
Quindi, se passate da quelle parti, fermatevi a dare un'occhiata...poi, se avete voglia di fare qualche altro chilometro potrei sempre ospitarvi a pranzo ^_^!


On air: The Kill - 30 seconds to Mars (il video di questa canzone cita uno dei più bei film mai girati, sul serio)

giovedì, novembre 08, 2007

Arrivederci

Nella mia vita ci sono stati giorni che ho desiderato diventare una giornalistica.

È soprattutto a uomini come Enzo Biagi che devo la passione per quel giornalismo figlio della gente che racconta e a cui vuole raccontare.

Il 6 novembre ci ha lasciato un grande uomo, una di quelle personalità che rimangono tra le cose del mondo per molto tempo e, quando se ne vanno, lasciano un vuoto.

Biagi amava le citazioni e le usava spesso nel suo lavoro. Quindi, per salutarlo, anch’io ne utilizzerò una…sua, ovviamente.

Credo che la libertà sia uno dei beni che gli uomini dovrebbero apprezzare di più.

La libertà è come la poesia: non deve avere aggettivi, è libertà.


Cosa dire di più?


On Air: Ninnananna - Modena City Ramblers

lunedì, ottobre 29, 2007

Tornare piccini...

Martedì scorso, dopo anni di impegno, mi sono sentita ancora una piccola adolescente...
Nella biblioteca in cui mi reco di solito c'è una sezione dedicata alle riviste, di tutti i generi.
Mi piace leggere qualcosa di minimamente istruttivi (senza esagerare), se ho un attimo di tempo.
E poi, lo ammetto, la parola "gratis" ha sempre avuto il suo fascino.
Guardando nell'espositore vedo la copertina di Rolling Stone e, non posso proprio farci nulla, dopo cinque minuti vado a comprare il giornale in edicola (notiamo bene che sta per uscire il nuovo numero).
Perchè ho fatto un'azione così sconsiderata??? La ragione è semplice, in copertina si trovava un adorabile Dave Gahan (e non provati a chiedermi chi è, per favore) che mi ha stregato...non sono riuscita ad oppormi!!!
Mi sono sentita come una quattordicenne che compra Top Girl per il poster del suo attore/cantante/quello che vuoi tu preferito...e io che pensavo di aver abbandonato questa fase.
Dimemi ora , miei cari naviganti, per chi fareste follie??

p.s.: a proposito di musica internazionale, un gruppo per cui avrei veramente fatto follie da piccina erano i Placebo. Meno di un mese fa il loro batterista ha abbandonato il gruppo...no comment...


On air: Enjoy the silent - Violator (Depeche Mode); esiste anche una versione remix di Mike Shinoda se vi interessa.

lunedì, ottobre 22, 2007

Al mio papà

Oggi avrei voluto scrivere di tante cose, ma mi sembra giusto dedicare un post al mio papà.
Mio padre farebbe la felicità di ogni figlio maschio, appassionato com'è di ogni sport possibile ed immaginabile.
E soprattutto è un ex-motociclista e può appellarsi a cose come: "la moto è pericolosa!!" Se avessi voluto (e sapessi guidarla) la moto l'avrebbe comprata pure a me!
Dalla mia non ho mai avuto una grande passione per il settore caccia & pesca, ma l'amore per due mi è stato trasmesso senza ombra di dubbio: La Ducati e la Ferrari.
Oggi è un gran giorno per mio padre (anche se certa gente non ne vuole sapere di perdere, non è vero??) e anche se lui non leggerà mai queste righe, mi sembrava bello festeggiarlo.

p.s.: se avete tempo che ne direste di fare un salto su http://tempodivivere.blogspot.com/? Merita sul serio ^_^

On Air: Stellar - Incubus

lunedì, ottobre 15, 2007

Libertà e prigione

Eccomi nel solito appuntamento settimanale, anche se questa volta sono a casa e la tecnologia lotta strenuamente contro di me.

Questa volta lascio come segno del mio passaggio una delle citazioni che più amo del mondo cinematografico.

Credo che il film da cui è tratta non abbia bisogno di presentazioni…quando lo vedo non ho mai la forza di non disperarmi. La vita e la malvagità degli uomini sono cose che riescono sempre a spaccarmi il cuore in troppi pezzi.

"Io dico che queste mura sono strane: prima le odi, poi ci fai l'abitudine,
e se passa abbastanza tempo non riesci più a farne a meno:
sei istituzionalizzato.
È la tua vita che vogliono, ed è la tua vita che si prendono.
La parte che conta almeno."


Le ali della libertà

On Air: Toxicity – System of a Down

lunedì, ottobre 08, 2007

L'ultimo set


Certe promesse vanno rispettate e perciò eccomi qui per l'appuntamento del lunedì ^_^!

Dopo aver parlato di un film degli anni ottanta dirigiamoci verso qualcosa di più recente. Nelle mie pause studio ( sempre più lunghe in questi giorni) ho avuto la possibilità di vedere un film del 2005 che non ero riuscita a vedere: Match Point di Woody Allen.

Ho sempre apprezzato Allen come regista, Io e Annie resterà sempre uno dei miei film preferiti, ma gli ultimi film da lui diretti non riuscivano a trasmettermi la stessa carica.

Però tutti mi avevano parlato veramente bene di Match Point e quindi mi sono convinta. Ottima scelta.

Questo film merita di essere visto per una notevole quantità di ragioni: per gli attori, bravissimi (Jonathan Rhys-Meyers mi ha stupito, ha saputo reggere la scena in maniera eccelsa); per la storia, capace di lasciarti il dubbio su chi ha vinto e su chi ha perso; per le metafore che propone, l'idea della palla che colpisce il nastro (e non solo...) è ben gestita; per il "vero" che riesce a mostrare, perchè nella vita i confini tra buoni e cattivi sono molto labili.

Un film da vedere, senza dubbio. Sia per riscoprire un Allen dalla grande forza narrativa, sia per innamorarvi di uno dei grandi registri contemporanei.



E per concludere come farebbe Chris Wilton, il protagonista del film: "Preferirei essere fortunato che bravo. La gente non vuole accettare che gran parte della vita dipende dalla fortuna". Avrà ragione lui?


lunedì, ottobre 01, 2007

Ricordi d'infanzia

Credevate di esservi liberati di me?? Ebbene vi sbagliavate! Da oggi ogni lunedì andrò a parlare con il mio relatore, avrò quindi a disposizione una linea internet ad alta velocità tutte le settimane! Cominiciate a disperarvi...
Ieri, quando il mio cervello ha chiesto una pausa sigaretta, ho acceso la tv e mi sono trovata di finte ad uno dei film degli anni ottanta che mi hanno più perseguitato: I Gremlins
Come tutti sapete la storia è semplice: il giovane Billy riceve per Natale un Mogwai, un tenero e misterioso animaletto che il padreha comprato in un negozio di cianfrusaglie di Chinatown.



(eccolo qui in tutto il suo meraviglioso splendore)


Le regole a cui attenersi sono:
mai bagnarlo
mai esporlo alla luce diretta del sole
mai dargli da mangiare dopo mezzanotte.

La prima regola viene violata e il Mogwai dà alla luce altri esserini simili a lui anche se più vivaci ed aggressivi. I nuovi arrivati fanno gruppo, riescono a procurarsi del cibo dopo la mezzanotte e si trasformano in gremlins, orribili mostri verdi decisamente più pericolosi.



Il primo a farne le spese è un ricercatore universitario, poi è la volta della madre di Billy ad essere aggredita, anche se riesce a contenerli. Il loro leader però immersosi in una piscina fa aumentare il numero di gremlins esponenzialmente: ora sono pronti ad invadere la cittadina e a seminarvi terrore e distruzione, in attesa della resa dei conti.

Erano anni che non lo vedevo e dopo cinque miniti ero già tornata bambina...avevo anch'io uno di quei meravigliosi pupazzi a forma Mogwai, era semplicemente stupendo! Questo film è una di quelle cose che ci mancano degli anni ottanta. Non credo che quelle infernali creature avrebbero vita facile nel nostro mondo, bastiamo noi a far danni.

giovedì, settembre 20, 2007

Pascal e la tv

Un saluto a tutti!

Scusate per la mia assenza, ma temo che dovrete farci l’abitudine…ora vivo costantemente in un luogo dotato solo della 56k e, se non bastasse, sono in piena fase “tesi”.

Sono tornata in quei lidi per lasciarvi una riflessione estemporanea sulla tv di oggi, sul confronto tra telefilm italiani ed americani.

Non amo molto la televisione, ma le serie americane mi hanno sempre appassionato. Questo, forse, dipende dal fatto che molti telefilm possiedono un impianto più “cinematografico” e curato rispetto alle serie nostrane.

Ho anche avuto il sospetto di essere troppo critica rispetto al prodotti del mio paese e che potevo essere anche ingiusta.

Ho scoperto ieri che la mia prima impressione era corretta.

In un momento di stop ho acceso la tv e fatto zapping: ho trovato un telefilm che non conosco (ho poi controllato che cosa fosse) e dopo due minuti ho avuto la rivelazione…

hanno citato una frase di Pascal, la mia preferita oltretutto!!

“Il cuore ha le sue ragione che la razionalità non conosce”

Voi riuscire ad immaginare un telefilm italiano dove questo può accadere? Io no…

martedì, settembre 11, 2007

Festivaletteratura -parte seconda (e non ho ancora finito...)

E' strano sentire la mancanza di giorni folli spesi al lavoro, di sera stanche in cui gli occhi non volevano restare aperti, di corse e pranzi saltati.
Dopo due settimane (una di festival e una di lavoro in biglietteria) percepisco la mancanza di tutto questo e molto altro, mi sembra strano non dover alzarmi la mattina ed andare a montare i computer e le stampanti per i biglietti.
Una volontaria mi ha detto, scherzando, che quasi non si ricordava che cosa stava facendo prima del Festival...vi sembrerà strano, ma la sensazione è proprio quella.

A proposito, per chi fosse interessato a saperlo Chuck Palahniuk è una grandissimo uomo, ha fatto almeno duecento autografi e ha ringraziato ognuna di quelle persone. Un grande artista.

giovedì, settembre 06, 2007

Festivaletteratura - parte prima

Non credete che sia del tutto scomparsa!!! Ogni tanto ancora passo per questi lidi.

Il tempo è veramente tiranno, ma passare per un saluto è d'obbligo ^_^.

Oggi, se il tempo regge e nonn scoppia un diluvio, potrò vedere quest'uomo in tutta la sua bellezza...


Per chi non lo sapesse questo simpatico ( e leggermente "strano" ^_-) uomo è Chuck Palahniuk, leggendario autore di Fight Club.

Dovrò combattere per un autografo, ma ci proverò con tutte le mie forze!! Presto saprete se l'impresa è riuscita....

giovedì, agosto 23, 2007

Le vacanze sono ormai finite...

Buone vacanze a tutti! Vi chiedo perdono per la mia assenza, ma l’estate ha l’insana capacità di distrarmi…
Spero che tutti voi stiate facendo delle belle e riposanti vacanze, magari in qualche strano angolo del mondo!!
Intanto, per farvi compagnia, vi lascio una canzone che mi ha accompagnato assiduamente in questi giorni…amo questo gruppo, ma a volte mi lascia addosso una tristezza che non sa andar via con la prima pioggia d’estate.
L’estate mi sta già richiamando, da lunedì lavorerò per due settimane al Festivaletteratura ^_^
Se avete voglia di venire a trovarmi...

A presto (almeno spero)


Incubus - Love Hurts lyrics
Tonight we drink to youth
And holding fast to truth
I don't want to lose what I had as a boy
My heart still has a beat
But love is now a feat
(as common as a cold day in LA)
Sometimes when I'm alone
I wonderIs there a spell that I am under
Keeping me from seeing the real thing
Love hurts.....
But sometimes it's a good hurt
And it feels like I'm alive
Love sings
When it transcends the bad things
Have a heart and try me
'Cause without love I won't survive.
I'm fettered and abused
Stand naked and accused
Should I surface this one man submarine
I only want the truth
So tonight we drink to youth
I'll never lose what I had as a boy
Sometimes when I'm alone, I wonder
Is there a spell that I am under
Keeping me from seeing the real thing
Love hurts
But sometimes it's a good hurt
And it feels like I'm alive
Love sings
When it transcends the bad things
Have a heart and try me'
Cause without love I won't survive
Love hurts, oh
Love hurts
Without love I won't survive
Love hurts, oh
Without love I won't survive


martedì, luglio 31, 2007

A tutti i cani del mondo

Su Repubblica.it stamane ho trovato una notizia interessante:
CHIETI - L'automobilista che investe e uccide un cane interrompe la "corrispondenza di amorosi sensi", tra l'animale e la sua proprietaria. Lo ha stabilito un giudice di pace. E non solo, se dopo l'impatto, il conducente, non si ferma ad aiutare l'animale, è passibile anche di omesso soccorso. È scritto tutto in una sentenza che gli animalisti, già definiscono "storica". (continua qui)

Questa notizia mi ha regalato una buona dose di buon'umore questa mattina. Spesso, in Italia come nel resto del mondo, gli animali vengono trattati in maniera indicibile. Non viene riconosciuto loro nessun diritto, neppure quello all'esistenza. Gli animali non parlano e da qui nasce la strana convinzione che per questo valgano meno di uno straccio. Il simpatico giudatore chiedeva un risarcimento alla padrona del cane per i danni subito dal suo veicolo, sottolineamo però il fatto che il suddetto guidatore ha lasciato una notte intera il cane ad agonizzare sull'asfalto.

Quando il mio cane è morto io sono scoppiata in lacrime, ma come faccio a spiegare a certa gente i vuoti che la mia Beta era capace di riempire???


martedì, luglio 24, 2007

Considerazioni

La vita è quello che ti succede mentre sei impegnato a fare altri progetti
(dal testo della canzone "Beautiful Boy")

John Lennon

martedì, luglio 17, 2007

I pantaloni di Dom sono sempre più verdi


Ieri, per sorte e per fortuna, mi trovavo a Verona.

Per la precisione mi trovavo all'Arena a guardare Matthew Bellamy pulire il palco con un fantastico paio di pantaloni bianchi.

Dire che questo concerto è stato un delirio è poco, ma ci sono tre cose che meritano di essere precisate.

1) Dal vivo i Muse suonano bene come nei cd ( forse anche di più)

2) Bellamy è un folle (ad un certo punto si è messo a suonare la chiatarra contro gli amplificatori creando un suono allucinante)

3) Dom (il batterista) ha uno stilista fantastico. Non avevo mai visto un paio di pantaloni di così verdi. Neppure il verde mela è così.



Ora torno a dormire. Mi sento vecchia e stanca oggi.
Ieri mi sono resa conto che il primo cd dei Muse (il migliore in assoluto) è del 1998/9. La metà delle persone presenti al concerto non arrivava ai 10 anni in quella data...queste cose mi spaventano.




venerdì, luglio 13, 2007

Abito al numero 2007

Tornata da Venezia da due giorni non posso non sottolineare la bellezza di questa città.

A volte, quando si passeggia tra le sue calle, è strano pensare che tutta quella meraviglia non poggia sulla terra.

La vedi e pensi che l'uomo è capace di costruire cose incomprensibilmente perfette, se confrontate con la suo modo di vivere (che non è dei migliori, diciamolo).

Sarebbe inutile in questa sede raccontare le cose che ho visto, ma voglio soffermarmi un attimo su una piccola particolaritàdella città.

Venezia, come forse saprete, è divisa in sestieri: San marco, San Polo, Santa Croce, Dorsoduro, Cannareggio, Castello e poi c'è la Giudecca (l'isola che costeggia la città).




Quando si scrive un indirizzo non si parla mai di calle (o rami, o lista o ecc. ^_^), ma di sestieri. Quindi la quantità di numeri che si vedono dipinti sulle case è incredibile. Neppure pensavo che si potesse abitare al numero 1400. Esiste un'altra città che divide se stessa nello stesso modo? Non lo so, ma mi piace pensare che Venezia sia unica anche nelle piccole cose, nei dettagli.

Perchè, in fondo, è lì che sta tutta la magia di questo posto.

giovedì, luglio 05, 2007

Venezia, mia cara venezia....

61%How Addicted to Blogging Are You?


Mingle2 - Online Dating

Anch'io sono caduta nella trappola di questo test. Mi sono resa conta che ho ancora molta strada da fare per diventare una brava blogger, ma giuro che migliorerò!! Credo che per qualche giorno la mia presenza in rete sarà scarsa perchè, dopo lunghe fatiche, mi sono presa qualche giorno di ferie a Venezia. Al mio ritorno vi narrerò tutto (e cercherò di postare qualche foto...)

A presto ^_^

Cocktails e catene

Non ci credo...non ancora...ho finito gli esami!!!! Per qualche giorno, finalmente, sono una donna libera.
E ora, come avevo promesso, risponderò alla catena che Francy mi ha mandato: l’ abbinamento di 5 canzoni a 5 diversi cocktails . Iniziamo!!!

It Don't Mean A Thing (If It Ain't Got That Swing) - Duke Ellington: direi un cosmopolitan
What A Wonderful World - Louis Armstrong: un Sidecar
La donna cannone- Francesco De Gregori: vino bianco, assolutamente
Think - Aretha Franklin: tequila sale e limone
Butterflies And Hurricanes- Muse: gin tonic. Ho scelto questa canzone perchè l'ultima volta che ho bevuto un gin tonic passava una canzone dei Muse alla radio ^____^

Ecco fatto! Chi vuole usufruire di questa catena lo faccia pure! magari scoprirò qualche novità nel campo della ristorazione!!


[Edit: dato che mi è stato chiesto vi lascio questo link. Qui potrete trovare le varie ricette del Sidecar. Esistono due versioni, una con base cognac e una con base brandy. Ritengo la prima la migliore ^_^]

mercoledì, giugno 27, 2007

Le bugie hanno le gambe corte?

Esistono tre tipi di bugie: le bugie, le bugie infami e le statistiche.
Mark Twain (Autobiography)
Frase tratta dal mio manuale di comunicazione...visto cosa mi fanno studiare???

lunedì, giugno 25, 2007

I treni italiani

Buona giornata a tutti!
Sono finalmente riuscita a tornare dal quel grande buco nero chiamato periodo d'esami. Temo che la mia libertò sarà di bravissima durata, ma fino che ci sono mi godo la pausa.
Stamani, tornando a Parma, ho sentito una notizia alla radio dell'autobus che sostituisce un tratto della linea ferroviaria che uso per tornare a casa, interrotta da qualche anno.
ROMA (Reuters) - Un gruppo di circa 200 viaggiatori sta occupando dall'alba di oggi i binari nella stazione di Roma Tiburtina, bloccando la circolazione dei treni e causando pesanti disagi al traffico ferroviario.
Lo hanno riferito oggi le Ferrovie dello Stato, aggiungendo che il blocco alla stazione alle porte della capitale è stato messo in atto stamani alle 4,25 circa da un gruppo di persone che viaggiava senza biglietto, a bordo dell'Espresso 830 diretto da Salerno a Milano, un treno composto da 13 carrozze e che trasportava un migliaio di persone.
"Sono persone che non hanno fatto il biglietto e che all'arrivo del controllore non hanno voluto pagare regolarizzando il biglietto", ha spiegato un funzionario delle Ferrovie dello Stato, aggiungendo che è in corso una trattativa coi manifestanti per far passare alcuni treni nella stazione romana.
"Si tratta di lavoratori campani che ogni settimana di dirigono al Nord per lavorare", ha spiegato il funzionario facendo riferimento al gruppo che ha bloccato la stazione.
Secondo quanto riferito da Ferrovie dello Stato, il blocco ha costretto la compagnia a cancellare molti dei treni diretti a Nord o a deviare il loro percorso verso Pisa provocando ritardi anche di tre ore."L'occupazione sta causando gravi ritardi ai treni a lunga percorrenza ed a quelli Metropolitani.
Il collegamento tra Roma e l'aeroporto di Fiumicino è assicurato dal Leonardo Express dalla stazione Termini, e da Roma Ostiense per quel che riguarda la linea metropolitana FR1", precisano Fs in una nota.
Le Ferrovie dello Stato -- si legge ancora nella nota -- stanno effettuando deviazioni di treni per limitare i disagi, annunci ed avvisi sono stati diramati nelle stazioni ed a bordo treno ed è stata prestata assistenza alla clientela coinvolta.
Ascoltavo questa notizia mi sono chiesta cosa può aver spinto a una protesta del genere questi viaggiatori.
Ammetto senza problemi che le ferrovie italiane hanno grossi problemi, giganteschi oserei dire. Per quattro anni sono stata una pendolare e quando viaggio in Italia uso quasi sempre il treno, so bene di che cosa parlo. Ci sono giorni che le Fs hanno il potere di renderti la vita semplicemente impossibile.
Non credo, però, che quei poveri viaggiatori paganti che si trovavano a Roma Tiburtina questa mattina si siano meritati tutto quel che è successo.
Protestare per un disservizio è giusto, ma rovinare la giornata ad altri non mi sembra altrettanto corretto.
Poi, a ben vedere, se avessi deciso di non pagare il biglietto ogni volta che il servizio non lo meritava credo che da me (come da altre moltissime persone) le fs avrebbero ricevuto ben poco.
Però, in questo momento, mi sta sorgendo un dubbio: non è che sono io il problema perchè continuo a pagare il biglietto?? Se è così ditemelo, sono ancora in tempo per cambiare.

lunedì, giugno 18, 2007

Per altri versi



Parte oggi, lunedì 18 giugno, la terza edizione del Festial della poesia - Per altri versi a Parma.

Quest’anno la città offre un'offerta ampia e differenziata sotto il profilo dei contenuti e delle forme. Durante questi giorni Parma verrà animata da più di sessanta appuntamenti nei quali cultura e poesia diventano piacevole intrattenimento.

Aperitivo con i poeti, La poesia Altrove, Poiesis, L’Almanacco dei Poeti, Poesia e altri giocatoli e Teatro Festival Poesia sono solo alcune delle principali sezioni di cui si compone il Festival.

Per qualsiasi informazione visitate il sito www.festivaledellapoesia.it.




Se non sapete cosa fare e avete voglia di fare una gita culturale io il mio suggerimento settimanale l'ho dato! Spendo due parole per avvertirvi che fino a venerdì sono dispersa nei meandri della storia dell'editoria italiana. Ci vediamo al mio ritorno...se tornerò...

venerdì, giugno 15, 2007

Canzoni ritrovate

Notte strana quella appena trascorsa.
Io, i libri per il mio esame e questa canzone. Canzone ripescata dai meandri della memoria grazie ad un cd ormai perduto e ritovato per caso.
Di che segno si tratti non ne ho idea. Per ora resto qui, nel silenzio fermo della mia cucina, ad ascoltarla.
ATWA - Sistem Of A Down
Hey you, see me, pictures crazy,
All the world I've seen before me passing by,
I've got, nothing, to gain, to lose,
All the world I've seen before me passing by,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore
You don't care about how
I feel,I don't feel it anymore,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore.
Hey you, are me, not so pretty,
All the world I've seen before me passing by,
Silent my voice,
I've got no choice
All the world I've seen before me passing by,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore
I don't see, anymore,
I don't hear, anymore,
I don't speak anymore, I don't feel.
Hey you, see me, pictures crazy,
All the world I've seen before me passing by,
I've got, nothing, to gain, to lose,
All the world I've seen before me passing by,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore,
You don't care about how I feel,
I don't feel it anymore
I don't sleep, anymore,
I don't eat, anymore,
I don't live anymore, I don't feel.

martedì, giugno 12, 2007

V per vendetta


In questo periodo, invece che darmi anima e corpo alla studio, ho incominciato a colmare le mie lacune cinematografiche sui film degli ultimi anni.

Ho visto V per Vendetta e ho finalmente capito perchè i miei amici continuavano a ripetermi "guardalo!!!".

E' un film semplicemente stupendo. E' forza, energia, tristezza e disperazione insieme; è un monito e una speranza. E poi c'è un stratosferico Hugo Weaving che, con una maschera sul viso, riesce ad essere più espressivo di molti attori di Hollywood.

Da vedere (se non avete ancora avuto il piacere) perchè, come Ivi (la protagonista) dice, "Questo paese ha bisogno di qualcosa di più di un palazzo, ha bisogno di speranza" .
E questo, nonostante tutto, è maledettamente vero.

venerdì, giugno 08, 2007

Pop Society

Leggo da Repubblica.it:

LOS ANGELES -
Per la prigionia farsa di Paris Hilton, il procuratore di Los Angels ha chiesto che lo sceriffo sia processato per vilipendio della corte: non era lui a dover decidere la scarcerazione ma la magistratura.
Per le 9 del mattino di oggi ora locale, le 18 in Italia, miss Hilton è stata riconvocata in tribunale per valutare la legittimità della sua scarcerazione.
Rilasciata dopo appena tre giorni di detenzione per guida senza patente e in stato di ubriachezza, Paris Hilton potrebbe rientrare in cella.
Se il procuratore di Los Angeles aveva subito stigmatizzato la mancata osservanza di "giustizia ed eguaglianza" nel trattamento riservato all'ereditiera, il capo della Procura Penale della megalopoli californiana Jeffrey Isaacs, ha presentato ricorso sottolineando che spetta alla magistratura "decidere se la signorina Hilton debba essere liberata in anticipo o meno", e non all'ufficio dello sceriffo della contea che invece ha concesso gli arresti domiciliari.
Il procuratore capo ha in particolare impugnato il fatto che lo sceriffo abbia autorizzato Hilton a tornarsene a casa dopo averne indossato una cavigliera elettronica che le impedirà di allontanarsi oltre a un
raggio di un chilometro: strumento il cui uso era stato espressamente vietato dal giudice.


Sinceramente, ora come ora, non mi interessa se "Miss Hilton" tornerà o non tornerà in cella. La domanda che mi pongo è: come ha fatto ad uscire dopo tre giorni?
Hanno riempito per settimane i media di notizie sul suo soggiorno in carcere. Hanno seguito passo dopo passo l'iter guidiziario sottolineando il fatto che la pena non poteva essere tramutata in altro. Hanno raccontato a tutti noi le sue paure, i suoi timori, le sue fobie, le minacce ecc. ecc. ecc.
Sono quasi riusciti a generare nel mio cinico cuoricino una punta di dispiacere. Quasi, tengo a precisare.
Ora, dopo soli tre giorni, la liberano.
Morale della favola? Se sei una ricca e bionda eredietiera poi fare praticamente qualsiasi cosa, tanto riuscirai sempre a cavartela.
Peccato...non sono bionda...Che ne dite? Una tinta basterà?

lunedì, giugno 04, 2007

Giulietta e Romeo


Verona... L'Amore...

Non sono ancora impazzita, non temete! L'inusuale attacco di questo post è un omaggio al bellissimo spettacolo che sabato 2 giugno ho avuto il privilegio di vedere.

Nella splendida cornice dell'Arena di Verona ho potuto gustarmi la nuova opera teatrale di Riccardo Cocciante: "Romeo e Giulietta".

Premettendo che, come cantante, Cocciante non rientra esattamente nei miei gusti, posso dire (senza dubbio) che ogni euro speso per il biglietto è stato meritato.

Meravigliosi i costumi, le scene e le canzoni. L'unico problema era il fatto che la gradinata non numerata non è proprio sotto il palco!! Per fortuna due maxi schermi aiutavano quasi sempre.
Neppure la pioggia, scesa solo per pochi minuti, è riuscita a rovinare lo spettacolo e la sua magia. Se il tour arrivasse nella vostra città vi consiglio di andarci perchè, in fondo, esiste un amore più tragico e malinconico di quello di Giulietta e del suo Romeo??


martedì, maggio 29, 2007

Il libro del martedì


Mi scuso per l'assenza, ma domani si decide un terzo della mia carriera universitaria!

Sono passata da qui solo per lasciarvi un consiglio per gli acquisti.

Una mia compagna di università ha dato alle stampe il suo primo libro. Lei si chiama Sara Durantini e il libro si intitola "Nel nome del padre".

Se, per caso, avete voglia di leggere qualcosa di diverso ci potreste fare un pensierino, no??

venerdì, maggio 25, 2007

Amarcord

Dell'estate del 1993 non ricordo molto se non le rose della mia gonna a balze preferita e la nascita dei cuccioli del mio cane.
Erano perfetti ed indifesi, capaci di commuoverti solo guardandoti negli occhi. Fui io a decidere quale di queste creaturine sarebbe rimasta con noi (gli altri erano destinatati a dei nostri amici).
Fra tutti scelsi la più piccola e fragile, forse la vedevo simile a me magra com'ero in quegli anni. Scelsi Beta come nome, come la lettera dell'alfabeto greco di cui ci aveva parlato a scuola la maestra.
Per quattordici anni non c'è stato un mio ritorno a casa in cui non mi sono vista salutare dal suo muso contro il cancello. Oggi non ci sarà nessuno a corremi incontro al primo rumore dell'auto sulla ghiaia del sentiero.
Ho paura di sapere come mi sentirò.
Forse mi sembrerà di non essere ancora tornata...
Pensieri dedicati al mio cane che per quattordici anni ha saputo sopportarmi. Un bacio

lunedì, maggio 21, 2007

Le stelle

Buon lunedì a tutti voi! Scusate la mia assenza, ma l'università chiamava...e chiama ancora in verità! Vi lascio questa vignetta, a mio parere bellissima. A volte Charlie Brown non ha tutti i torti, no?

mercoledì, maggio 16, 2007

La canzone di oggi

Once divided...nothing left to subtract...
Some words when spoken...can't be taken back
...Walks on his own...with thoughts he can't help thinking...
Future's above...but in the past he's slow and sinking...
Caught a bolt 'a lightnin'...cursed the day he let it go...
Nothingman... (2x)
Isn't it something?
Nothingman...
She once believed...in every story he had to tell...
One day she stiffened...took the other side...
Empty stares...from each corner of a shared prison cell...
One just escapes...one's left inside the well...
And he who forgets...will be destined to remember...oh...oh...oh...
Nothingman... (2x)
Isn't it something?
Nothingman...
Oh, she don't want him...
Oh, she won't feed him...after he's flown away...
Oh, into the sun...ah, into the sun...
Burn...burn...
Nothingman... (2x)
Isn't it something?
Nothingman...
Nothingman... (2x)
Coulda' been something...
Nothingman...
Oh...ohh...ohh...
Sono giorni che questa canzone non fa altro che girarmi nella testa, magari se la lascio qui a voi abbandonerà per un poco il mio cuore.
[Edit: scusatemi, ma ho dimenticato di dire che questa è Nothingman dei Pearl Jam. Nel caso vi interessi la traduzione potete trovarla qui.]

lunedì, maggio 14, 2007

Concorso di poesia


Buon lunedì a tutti voi! Scusatemi, come sempre, per l'assenza del weekend. Oggi voglio segnalarvi un concorso di poesia inedita alla sua primissima edizione:

"È bandita la prima edizione del concorso di poesia per iniziativa dell’Associazione Culturale Tapirulan. Il concorso prevede, oltre alla designazione di un vincitore assoluto, la pubblicazione di 30 poeti selezionati sull’antologia di poesie edita da Edizioni Tapirulan, che verrà presentata in occasione della premiazione del concorso..."


Nel caso foste interessati qui troverete tutte le informazioni necessarie alla partecipazione. L'aspetto più interessante di questo concorso sta nel fatto che non solo il vincitore potrà essere pubblicato, ma anche altri testi avranno lo stesso onore.

A chiunque voglia partecipare faccio un grande in bocca al lupo!!!!