martedì, aprile 22, 2008

Il respiro della Terra

Oggi è il giorno dedicato al nostro pianeta. Potrei parlare delle tante cose che potremmo fare (anzi, dobbiamo fare) per dare un poco di respiro a questo nostro mondo così affaticato, così segnato dalla nostra incapacità di amare e rispettare.

Oggi, però, voglio solamente ringraziare la nostra Terra, che merita la nostra ammirazione per essere, nonostante tutto, splendida e viva.

Una vita che abbiamo l’obbligo di mantenere accesa a tutti i costi. E poi, come si può voler distruggere una cosa così…




"Il cielo è una sfera infinita il cui centro è ovunque e la circonferenza in nessun posto." (Blaise Pascal)


p.s: Zefirina non mi sono dimenticata il meme, ho solo bisogno di un po’ di tranquillità per farlo, ma arriverà, lo giuro!!

p.s (2): l’immagine è tratta da http://cristiancontini.blogspot.com… cosa non si trova bighellonando con l’adsl quando si è al lavoro ^____-)

9 commenti:

Il Giomba ha detto...

Ti giunga il mio augurio di BUONGIORNO ! :-)

Bacino per te :-*

Marco ha detto...

Beato Pascal che non doveva studiare la cosmologia con la metrica di Robertson-Walker XD
(Però l'universo - su larga scala - è omogeneo e isotropo, forse non ci è andato così lontano ;-))

Sara Sidle ha detto...

Hai ragione, dovremmo ringraziare la terra tutti i giorni per le bellezze che ci offre malgrado il modo in cui noi la trattiamo.
Bacioni

zefirina ha detto...

grazie di esistere.......

Anathea ha detto...

Ciao tesoro, grazie per il tuo commento.
E' splendida la frase di Pascal, rispecchia appieno i tuoi pensieri: ti sento ottimista, sbaglio? Tutto bene il resto? Il lavoro?

Un abbraccio
A.

Just Walter ha detto...

Mi sono venute in mente le celebrazioni e le iniziative messe su per il Live Earth dell'anno scorso. Credo che internet possa essere un valido strumento ai fini della sensibilizzazione in merito alle (tante) problematiche del ns pianeta. E devo dire che funzionano: da un anno a questa parte sono fissato con lo stacccare le spine degli apparecchi che non uso e di non lasciare in stand-by stereo e dvd. E, ti dirò, mi ha motivato ancora di più il vedere come sia diminuita la bolletta dell'Enel.

daniela ha detto...

C'è chi è capace di sentirlo davvero, il respiro della terra...

Susanna ha detto...

Dopo un'eternità di assenza dal mondo dei blog sono tornata a farti un salutino! Vedo con piacere che lo stile del tuo blog non è cambiato...mi associo al tuo ringraziamento alla nostra cara terra! Un bacione

Giancarlo Guzzardi ha detto...

devi avere la mente continuamente in fibrillazione, riesci a trovare sempre il tempo per tuffarti in un bagno denso di attualità e notizie di cronaca, curiosità e problematiche varie... :)
in una giornata primaverile, distesi sull'erba con la faccia sulla nuda terra, se si chiudono gli occhi si entra nel mondo microscopico del pianeta, fatto di sottili suoni e fruscii, quello di un pianeta che vive nel suo essere più piccolo come nelle manifestazioni più imponenti e distruttive; dietro c'è sempre lo stesso mistero inafferrabile che lega tutto con un filo invisibile. Stiamo perdendo questo respiro, stiamo perdendo questo battito, sempre più sofferto, a volte quasi moribondo, sotto l'incuria e l'insensatezza di chi decide ogni cosa, di chi ogni giorno si arroga il diritto di decidere le sorti della Terra e degli Uomini.