martedì, gennaio 29, 2008

Il mistero dell'italiano


In questo periodo di ricerca e di studio (“Come imparare a usare photoshop” ecc.) ho avuto il piacere di leggere un libro interessante: L’italiano di Beppe Severgnini.

In queste pagine, in maniera spiritosa, si parla di quei vizi capaci di rendere la nostra lingua un campo di battaglia.

Severgnini prova anche a darci dei consigli e ci dimostra, allo stesso tempo, come sia ancora possibile scrivere in italiano senza, per questo, esprimersi come nell’ottocento.

Si parla di punteggiatura, aggettivi, congiuntivi e modi d’essere degli italiani.

In fondo si può comprendere chi siamo da come ci esprimiamo; le nostre parole sono il nostro biglietto da visita per il mondo.

Credo sia giunta l’ora di impegnarmi a migliorare: bandisco da oggi l’avverbio “assolutamente” dal mio vocabolario.

Tifate per me.

16 commenti:

daniela ha detto...

Io tifo per te. E per la lingua italiana. Assolutamente! :-)

Tomas ha detto...

e perchè mai vorresti bandirlo assolutamente ? :-)

francy ha detto...

Severgnini non mi piace per niente.
Non lo reggo proprio.
Assolutamente!!!!

Sara Sidle ha detto...

Sai usare Photoshop?O____O
Mi sai dire come si scontorna perfettamente un immagine? Uso il lazo magnetico ma non viene perfetta..
Per la lingua italiana non mi pronuncio..forse è meglio per me!^_____^
Bacioni

Anathea ha detto...

Mi è proprio piaciuto questo libro, ma alla fine, come ogni adepto che si rispetti, mi sentivo tutte le sindromi di cui Severgnini parla nel libro. Per fortuna dopo una settimana sono riuscita a tornare "normale" :)

Un bacione
A.

gds75 ha detto...

effettivamente sa usare molto l'ironi a per dire un sacco di cose intelligenti.

Susanna ha detto...

Devo ASSOLUTAMENTE leggerlo! ;-)

P.S. Se passi a trovarmi c'è un pensierino per te!

zefirina ha detto...

tifo per te irrimediabilmente,
per la lingua italiana
eternamente

zefirina ha detto...

p.s.
per gli avverbi
assolutamente
;-)

Mimmo ha detto...

...è un buon libro. ;)

ABICETTA ha detto...

Anch'io mi chiedo perchè "assolutamente" .... troppo inflazionato forse?

Per Sara Sidle:
Se non sei esperta per scontornare ti conviene usare il lazo normale, quello a punti, e ingrandire l'immagine in modo da fare un pezzo per volta. Salvi la selezione ogni volta (dopo la prima con 'aggiungi alla selezione') così in seguito puoi sempre togliere o aggiungere alla selezione gli altri pezzi che non ti sembrano proprio sul contorno.

Giancarlo Guzzardi ha detto...

ci si può impegnare a migliorare, ma se non si ha una parete dietro le spalle piena zeppa di libri, sarà sempre un biglietto da visita anonimo quello nel taschino.
un bacio?... perchè no..

Just Walter ha detto...

Circa l'uso delle parole e della comunicazione ho letto un articolo molto interessante sull'energia che scaturisce da ogni nostra parola e che agisce sui noi stessi così come su chi ci ascolta. Ragion per cui prestare attenzione a ciò che diciamo ma soprattutto al modo in cui lo diciamo. Sia ben chiaro: si tratta comunque di teorie discutibili quanto particolari. Io ci credo.
Per quanto riguarda invece l'italiano.. che dire? Vivo a Napoli e, ahimè!, qui l'italiano per molti è ancora un optional e per altri addirittura ignoto!

kira83 ha detto...

Mhhh... interessante....

Marco ha detto...

Io adoro Severgnini ^^
A Padova sono andato alla presentazione del libro, e Beppe, saputo che in città c'era pure Gian Antonio Stella, vedendo il teatro pieno esordì con "Guardate che Stella è di là!"
E il libro l'ho pure regalato a mio cugino di 12 anni che ha gradito assai (è trendy, baby xD)

Robin ha detto...

Brava, segui i consigli del Beppe, che è mio concittandino, nonché vicino di casa di un mio amico.
E mai dimenticare l'importanza d'avere un vocabolario ampio.
See ya!