martedì, marzo 20, 2007

L'ironia degli uomini

Oggi, come tutti gli italiani, sono felice. Diversamente dal solito la vicenda di Daniele Mastrogiacomo si è risolta con il rilascio dell'ostaggio.
Mastrogiacomo in giornata partirà per Roma
Trascorsa la prima notte tranquilla dopo due settimane nella mani dei sequestratori Taleban, Daniele Mastrogiacomo arriverà a Kabul nella tarda mattinata di oggi e in giornata dovrebbe proseguire per Roma. (tratto da www.repubblica.it).
Ma nella vita c'è sempre un ma: il capo del personale dell'ospedale di Emergency a Lashkargah è stato arrestato dalle autorità talebane.
Dopo aver letto la notizia sono rimasta seriamente senza parole. Adesso pure fare del bene è diventato un reato??
Vedremo nei prossimi giorni come si evolverà la vicenda. Nella home page di Alice news sembra che l'arresto rientri nella "una normale procedura per sentire una persona informata dei fatti" e che "Hanefi verrà presto rilasciato". Non chiedetemi perchè, ma non ho una grande fiducia in queste affermazioni anche se mi auguro con tutto il cuore di sbagliarmi.
08:25 Arrestato il mediatore di Emergency
La figura chiave nella trattativa per la liberazione di Daniele Mastrogiacomo, Rahmatullah Hanefi, capo del personale dell'ospedale di Emergency a Lashkargah in Afghanistan meridionale, è stato arrestato questa mattina all'alba da agenti dei servizi segreti afgani. Lo ha detto Peace Reporter nel suo sito. Hanefi ora è detenuto e sotto interrogatorio nella sede della National Security di Lashkargah.Gino Strada ha subito chiesto il suo immediato rilascio al locale capo dei servizi e al governatore della provincia di Helmand. (tratto da www.repubblica.it).



14 commenti:

Il Giomba ha detto...

Ti mando un bacino , posso vero ? :-D :-*

Captain's Charisma ha detto...

E' ormai da parecchio tempo che ho smesso di stupirmi dell'idiozia degli uomini...ciao ciao

alicesu ha detto...

non sapevo di questo arresto. Vergognoso.

francy ha detto...

Come Alicesue, penso anch'io che sia vergognoso...

netstar ha detto...

Io ho paura che per liberare Mastrogiacomo abbiano affossato il suo autista. Una vita per una vita, ho paura che sia proprio così...

viola ha detto...

ho letto il racconto di daniele sul giornale... intensissime!

Robin ha detto...

Guarda, penso sia una situazione grottesca e purtroppo non so se il poveretto sarà molto fortunato in questo caso...
See ya!

Miss Dickinson ha detto...

Questo arresto è semplicemente vergognoso, ma io in queste cose non ci ho mai capito nulla, le dinamiche mi sono del tutto incomprensibili.
Un bacione.

Gala ha detto...

A quanto pare quel pover uomo è ancora in stato di arresto e dell'interprete non se ne sa nulla. Speriamo che la situazione si sistemi...
Giomba: certo! Un bacio anche a te.
capitan Carisma: anch'io comincio ad aspettarmi di tutto.
Alicesu e Francy: d'accordo con voi.
Net: io prego che tu abbia torto
Viola: verissimo
Robin: neppure io ho molta fiducia nella situazione.
Miss: non è che sono incomprensibili, sono assurde che è diverso.

Il Giomba ha detto...

Buoooongiornissimo ! :-*

Van der Blogger ha detto...

Come è assurdo anche il modo in cui è stato liberato Mastrogiacomo... un saluto.

Rosario ha detto...

in effetti il mediatore che c'entra? evidentemente il governo afgano è impazzito. Speriamo bene per lui.
Buona serata!

elrond ha detto...

Il valore della vita varia in rapporto alla nazionalità... Tutela del made in Italy?

Un soldato italiano ferito di striscio fa notizia. Migliaia di bambini afghani o iracheni...semplicemente non esistono!

giancarlo ha detto...

...e tutto questo che avete menzionato è il succo del concetto di "oriente" e "terzo mondo" per l'occidente. Cosa contano 10 o 100 persone che muoiono sotto le bombe o in un'azione cosidetta chirurgica e intelligente, quando i GRANDI DELLA TERRA siedono al loro tavolo? forse nelle nostre riflessioni si riesce a distinguere una "persona normale" da un terrorista, un contadino da un mujaidin o potenzialmente in tutto ciò che è "diverso" per noi c'è sempre il seme del male? chi è disposto soltanto ad accettare che anche dietro la figura di un talebano ci possano essere delle ragioni... ragioni politiche, storiche, ambientali, religiose? il colonialismo ufficialmente è finito a metà dell'800, ma la nostra epoca ne ha partorito un'altro, più subdolo, più brutale... un colonialismo che esporta "democrazia", ora che non può predicare croce e vangelo... la nostra democrazia a chi non l'ha chiesta. afganistan, iraq... seguirà l'iran, in un vortice di pazzia in cui poche nazioni, pochi uomini stanno trascinando l'umanità verso la catastrofe...
giorni fa riflettevo cosa può contare in questo scenario da incubo una vita umana? ma anche come può essere lontano il nostro raccogliere firme per la liberazione di un giornalista, dai pensieri di un uomo qualsiasi che vive in quei luoghi in cui, non democrazia e pace abbiamo portato, ma orrore seguito all'orrore che già c'era. un uomo che intorno non ha mai conosciuto una vita diversa che non fosse, morte, malattia, fame. l'ipocrisia è la cosa più orrenda del nostro tempo.