mercoledì, gennaio 03, 2007

Gli ultimi saranno i primi (e io lo spero)

Sono tornata ieri da Roma e la città eterna mi ha fatto l’immenso effetto di sempre.
Oggi, però, voglio dedicare qualche riga al mio desiderio per il nuovo anno. Ogni anno penso ad una cosa che vorrei veder realizzata, cose come la pace nel mondo e simili.
Ho lavorato, durante questa piccola gita fuori porta, in una mensa Caritas e ho visto dove stanno quelle persone che, per un motivo o per l’altro, sono finiti ad ingrandire l’immenso popolo degli ultimi della terra.
Non c’è bisogno di andare molto lontano per capire cos’è la solitudine e la povertà. Basta uscire dalla propria casa e fare qualche passo fuori, a qualsiasi angolo di strada c’è quel mondo che non vorresti mai vedere.
Il mio desiderio, per quest’anno, è che per tutti ci sia una seconda occasione. Per chiunque la voglia e per chiunque se la meriti.


Spero che il vostro 2007 sia iniziato bene e che prosegua anche meglio. Alla prossima.

Gala

4 commenti:

Abicetta ha detto...

Una seconda occasione per chiunque la voglia e chiunque la meriti è un'auspicio stupendo!!! Mi associo con piacere a questo tuo augurio.

Robin ha detto...

Il problema, riguardo la solitudine e la povertà, è che spesso invece andiamo di proposito molto ma molto lontano per non vederle.
See ya!

netstar ha detto...

Belle parole le tue, sei molto altruista. :)

Molto spesso le persone non hanno una seconda occasione, e in pochi sono pronti a concederla.

Ciao!

elenuzzy ha detto...

hai ragione gala..